Turismo culturale

SEBENICO NELL'AMBITO DEL TURISMO CULTURALE

Il turismo culturale costituisce uno dei numerosi settori del turismo, e oggi registra una significativa crescita. Grazie alla propria cultura e storia, testimoniate da numerosi monumenti, Sebenico e i suoi dintorni ricoprono un posto di rilievo nell'ambito del turismo culturale della Repubblica di Croazia.

CATTEDRALE DI SAN GIACOMO – PATRIMONIO DELL'UNESCO

  • katedrala_2

    katedrala_2

  • katedrala

    katedrala

  • katedralaa_1

    katedralaa_1

  • katedralaa_3

    katedralaa_3

  • katedralaa_5

    katedralaa_5

  • katedralaa_4

    katedralaa_4

  • katedralaa_2

    katedralaa_2

Uno dei 7 siti protetti dall'UNESCO nella Repubblica di Croazia si trova nel cuore storico di Sebenico e rappresenta il simbolo più riconoscibile della città. La cattedrale di San Giacomo, protetta dall'UNESCO dal 2000, è un edificio unico per la tecnica di costruzione impiegata e per la sua struttura non solo nell'arte croata, ma anche in quella europea.

Di particolare interesse sono le 74 teste umane di gesso collocate sugli assi dell'edificio, opera d'arte dell'architetto principale Giorgio Orsini. La costruzione si protrasse per 105 anni, dal 1431 al 1536.

FAUST VRANČIĆ

Faust VrančićUna parte importante della cultura dell'area di Sebenico appartiene anche al croato Faust Vrančić. Egli fu storico, linguista, inventore, diplomatico, ingegnere e vescovo, e visse al passaggio tra il XVI e il XVII secolo. È considerato il costruttore e lo scrittore tecnico croato più importante di quel periodo. Nato a Sebenico nella famiglia nobile dei Vrančić, fu sepolto secondo i suoi desideri nella chiesa di Santa Maria della Carità, sull'isola di Prvić, nel villaggio di Prvić Luka.
Fu anche autore del "Dizionario delle 5 lingue più nobili d'Europa" (Dictionarium quinque nobilissimarum Europae linguarum, latinae, italicae, germanicae, dalmaticae et ungaricae), pubblicato nel 1595, dove introdusse 5.000 lemmi per lingua. L'opera rappresenta, al tempo stesso, il primo dizionario scritto delle lingue croata e ungherese.
Il suo lavoro più importante rimane l'opera "Macchinae novae" ("Macchine nuove"), pubblicato a Venezia nel 1615 o nel 1616. Il testo è di particolare importanza tecnica e vanta 49 immagini (incisioni in rame) nelle quali, in cinque lingue, sono descritte 56 tra macchine, invenzioni, dispositivi e costruzioni. Le descrizioni più importanti includono il ponte pendente e l'Homo volans (uomo volante), che analizza un paracadutista. Le opere di Vrančić sono state ristampate con l'aggiunta dei commentari nell'ultimo decennio del XX secolo.
Faust Vrančić è considerato anche il "Leonardo da Vinci croato", poiché inventò il primo paracadute nella storia umana, ispirandosi al modello di Leonardo, modificandolo e testandolo.

TEATRO DI SEBENICO

  • kazaliste-2

    kazaliste-2

  • kazaliste-8

    kazaliste-8

  • kazaliste-5

    kazaliste-5

  • kazaliste-12

    kazaliste-12

  • kazaliste-7

    kazaliste-7

  • kazaliste-13

    kazaliste-13

  • kazaliste-9

    kazaliste-9

  • kazaliste-11

    kazaliste-11

  • kazaliste-10

    kazaliste-10

  • kazaliste-4

    kazaliste-4

  • kazaliste-3

    kazaliste-3

  • kazaliste-1

    kazaliste-1

  • kazaliste-6

    kazaliste-6

  • kazaliste-14

    kazaliste-14

Uno degli edifici più importanti di Sebenico è anche il suo famoso teatro, il secondo più antico della Repubblica di Croazia e, al tempo stesso, il più antico ancora in funzione. Fu costruito verso la fine del XIX secolo e finanziato dagli abitanti della città, il che lo rende particolarmente interessante. Il teatro di Sebenico ospita da ben 50 anni di seguito il Festival Internazionale dei Bambini.

CENTRO MEDIEVALE DI SEBENICO

Uno degli aspetti culturali più caratteristici di Sebenico è rappresentato dal suo cuore medievale, nel quale si intrecciano le kale, tipiche della Dalmazia. Meritano di essere menzionate anche le chiese del centro storico, che un tempo superavano in numero tutte quelle delle altre città dalmate: da 28 originarie, oggi ne restano 13.

BURNUM – L'ACCAMPAMENTO MILITARE ROMANO

  • burnum-8

    burnum-8

  • burnum-9

    burnum-9

  • burnum-4

    burnum-4

  • burnum-2

    burnum-2

  • burnum-3

    burnum-3

  • burnum-1

    burnum-1

  • burnum-5

    burnum-5

  • burnum-7

    burnum-7

  • burnum-6

    burnum-6

Situato a soli 18 km dalla seconda città della regione, Tenin, nell'entroterra di Sebenico, Burnum è stato in passato un accampamento militare romano e oggi un sito archeologico di grande valore, formato da 2 parti: i due archi principali dell'accampamento militare romano Burnum, dove si trovavano l'edificio principale e il centro amministrativo e religioso e l'anfiteatro.

FORTEZZE E CASTELLI DELL'AREA DI SEBENICO

L'area di Sebenico si distingue per la presenza di oltre 15 castelli e fortezze, di cui 4 distribuiti attorno alla città: la fortezza di San Michele, di San Giovanni, di Šubićevac, con un sistema di fortificazione unico in tutto l'Adriatico, e di San Nicola, sull'isolotto di Ljuljevac, di fronte alla città. Una delle più suggestive è sicuramente la fortezza di Tenin, che domina sull'omonima città. Infine, l'area del Parco nazionale del fiume Cherca ospita ben 10 fortezze.

TRADIZIONE POPOLARE DELL'AREA DI SEBENICO

Nell'area di Sebenico operano alcune associazioni culturali e artistiche il cui obiettivo è di presentare le tradizioni di ogni angolo di questa regione. Molte di esse partecipano alle numerose manifestazioni e sagre estive.
I manufatti tradizionali della zona includono vere opere d'arte. Ad esempio, gli oggetti di legno di uso comune e decorativi, i modellini di barche, le camicie ricamate (opleća), i ricami con le perle di vetro (ogrice), le spare (rinforzi rotondi che le donne appoggiavano sulla testa per trasportare i pesi), le trine, i tessuti di lana e di cotone (del gruppo etno-ecologico che opera all'interno dell'Associazione culturale e artistica Koledišće Jezera).

QUALI SONO LE MANIFESTAZIONI SULLE TRADIZIONI POPOLARI?

Il Festival dello Sviluppo sostenibile della costa e delle isole, organizzato dall'associazione ecologica "Argonauta", vi permette di ammirare i manufatti tradizionali dell'area di Sebenico. A vostra disposizione anche numerosi altri eventi simili, come le "Usanze di Capocesto" a Capocesto, la "Fiera internazionale medievale di Sebenico", il "Festival della cultura rurale" a Tenin, la "Fiera eco ed etno" di Scardona e molti altri. A chi desidera approfondire l'argomento, consigliamo una visita al Museo della Tradizione dalmata, a Pakovo (Etnoland, non lontano dal Parco nazionale del fiume Cherca).