Parco nazionale Krka

  • krka-9

    krka-9

  • krka-11

    krka-11

  • krka-5

    krka-5

  • krka-12

    krka-12

  • krka-6

    krka-6

  • krka-1

    krka-1

  • krka-13

    krka-13

  • krka-7

    krka-7

  • krka-14

    krka-14

  • krka-17

    krka-17

  • krka-2

    krka-2

  • krka-15

    krka-15

  • krka-4

    krka-4

  • krka-16

    krka-16

  • krka-3

    krka-3

Il Parco nazionale di Krka si estende lungo il fiume Cherca (Krka), che scorre per 75 km attraverso un canyon profondo e spettacolare, ricco di cascate fragorose: Bilušića buk, Miljacka, Brljan, Rošnjak, la cascata di Manojlovac, la cascata di Roški slap e la famosa Skradinski buk, alta 46 m, la più grande barriera di tufo in Europa.

Nel Parco nazionale di Krka spiccano due monumenti culturali e storici: il Monastero francescano sull'isola di Visovac e il Monastero di Cherca. Visovac si trova dove il fiume Cherca si allarga, dove l'acqua verde ha spalancato un altipiano carsico creando un collegamento armonico delle eredità naturale e storica. Circondato dall'altipiano di Miljevac e dalla magnifica pianura di Rupsko polje che, grazie allo sforzo dei contadini, uniscono la bellezza nel grembo azzurro del suo lago, sfida alle tempeste delle disdette storiche durante i secoli. Un tuffo irresistibile e affascinante nella natura che i monaci, lavorando duramente nel corso dei secoli, hanno trasformato in un'isola ricca di alberi, fiori colorati, frutta e verdura, e che attrae numerosi turisti.

È menzionata per la prima volta in alcuni documenti del XIV secolo. Attorno al 1445, i francescani si trasferirono sull'isola, occupandosi di scienze ed educazione; nel 1576 eressero il monastero e la chiesa, quest'ultima ricostruita nel XVIII secolo.

IndicazioniIndirizzo

Il parco nazionale delle isole Kornati

Nella parte centrale dell'Adriatico croato si trova un gruppo di isole, separato e particolare per diverse ragioni, chiamate Incoronate (Kornati). Grazie all'eccezionale bellezza del paesaggio, alla particolare geomorfologia, alla sinuosità della costa e alla ricca biocenosi marina, nel 1980 la maggior parte delle Incoronate è entrata a far parte del parco nazionale.

Oggi, il Parco nazionale delle Incoronate copre una superficie di circa 220 km2, che include 89 isole, isolotti e scogli, e circa 238 km di costa. La parte terrestre del parco copre meno di 1/4 dell'intera superficie, mentre il resto è costituito da ecosistema marino.

"Nell'ultimo giorno della Creazione, Dio volle incoronare il suo capolavoro e creò le Incoronate dalle lacrime, dalle stelle e dal respiro". (George Bernard Shaw)