Gradina


La fortezza Gradina si trova a Drnis, ad un'altezza di 344 m sul livello del mare, sopra il canyon del Čikola. Costruito sul sito di importanza strategica, offre una vista mozzafiato sulla città e la montagna Dernis Promina, che è ancora in espansione al campo di Pietro e di nuovo nel profondo canyon roccioso Čikola.

Si presume che faceva parte del sistema di fortificazione della nobile famiglia Nelipić. Durante il dominio dell'Impero Ottomano castello fu ricostruito a scopo difensivo. Con l'arrivo dei veneziani, nel tardo 17 ° secolo, ne ha ordinato la demolizione. Tuttavia, ben presto ripristinato la minaccia delle incursioni turche, presenti fino 1715. Dio. Nella fortezza del 19 ° secolo, ha perso ogni funzione e diventare una fonte di materiali da costruzione per la crescita della città Drnis. Oggi rimane visibile nella parte meridionale della fortezza medievale, mentre la torre centrale e il muro di difesa a nord-est dal periodo del dominio ottomano. Gradina è registrato come monumento storico.

Fortezza di Bogočin

Ostaci srednjovjekovne utvrde Bogočin mogu se vidjeti na lijevoj obali Krke, na izdvojenoj stijeni, blizu prominskog sela Bogatića. Vjerojatno su je sagradili hrvatski velikaši Nelipići, a nakon njih Bogočinom gospodari velikaška obitelj Martinušić.

Do Bogočina vodi samo jedan, odlično sačuvan srednjovjekovni put, a utvrdi se pristupalo preko visećeg mosta.

Početkom 16. stoljeća zauzimaju je Turci i u njihovim rukama ostaje sve do 1684. godine.

Fortezza di Ključica

Ključica è la fortificazione medievale più vasta e meglio conservata dell'area del Parco nazionale di Cherca. Fu eretta dai nobili croati Nelipić nel XIII secolo, sopra il canalone del fiume Čikola, per proteggere le loro proprietà dalla famiglia nobile rivale dei Šubić.

In virtù della sua posizione strategica, Ključica fu spesso causa di scontri tra i suoi proprietari di Sebenico. Nel 1546 fu occupata dagli Ottomani, che vi rimasero fino al 1648, quando furono definitivamente cacciati.

Da allora Ključica fu abbandonata e mai più abitata.


Fortezza di Kamičak

I resti della fortezza medievale di Kamičak si trovano tra la cascata di Rog e il lago di Visovac. Stando a fonti storiche del 1345, il re croato-ungherese Lodovico confermò il diritto ereditario di Kamičak a Ivan Nelipić.

Con le invasioni degli Ottomani e la loro occupazione dell'intera area, Kamičak perse importanza e fu abbandonata. La fortezza è chiamata dalla gente locale anche "Città di Utješinović" perché nel 1482 vi nacque il primo cardinale croato Juraj Utješinović.

Originario di Kamičak era anche Marko Mišljenović, proclamato bano nel 1506 dal re croato-ungherese Ladislav.

La fortezza di Šubićevac

La fortezza di Šubićevac sorge nella parte sud-orientale della fortezza di San Giovanni, ma a un'altezza inferiore. Fu costruita nello stesso anno della seconda, ossia nel 1646, e contribuì enormemente alla cacciata degli Ottomani da Sebenico nel 1647.

Fu chiamata per molto tempo "Fortezza del barone Degenfeld", dal nome del generale veneziano di origini tedesche che difese la città dagli Ottomani.

IndicazioniIndirizzo