Il Cetina vrela monumento idrogeologico naturale

  • vrela-cetine1

    vrela-cetine1

  • vrela-cetine8

    vrela-cetine8

  • vrela-cetine11

    vrela-cetine11

  • vrela-cetine14

    vrela-cetine14

  • vrela-cetine9

    vrela-cetine9

  • vrela-cetine6

    vrela-cetine6

  • vrela-cetine2

    vrela-cetine2

  • vrela-cetine5

    vrela-cetine5

  • vrela-cetine7

    vrela-cetine7

  • vrela-cetine10

    vrela-cetine10

  • vrela-cetine3

    vrela-cetine3

  • vrela-cetine13

    vrela-cetine13

  • vrela-cetine12

    vrela-cetine12

  • vrela-cetine4

    vrela-cetine4

La località Vrela Cetine si estende su una superficie di 29,81 ettari ed è stata dichiarata area protetta nel 1972. Qui sono presenti numerose sorgenti carsiche, tra cui le 3 principali: Veliko vrilo, Vukovića vrilo e Batića vrilo, formatesi ai margini della pianura di Paško polje e ai piedi del monte Dinara.

Tutte le sorgenti sono nate nei punti di contatto tra la marna impermeabile della pianura e il calcare impermeabile dell'altipiano adiacente e sono di tipo ascendente. Si distinguono per la limpidezza e per il colore verde-azzurro delle acque. Veliko vrilo (Fonte grande o fonte Glavaš) è una grotta sommersa che, finora, gli speleologi hanno esplorato fino a 150 metri di profondità.

Non lontano dalla sorgente si trova il più vecchio edificio religioso del croato antico del Paese, la chiesa di S. Salvatore, costruita nel IX secolo. Risale al periodo pre-romanico ed è provvista di un campanile. Accanto alla chiesa è presente un cimitero con pietre sepolcrali del XIV e XV secolo.

IndicazioniIndirizzo