Il parco medievale mediterraneo del convento di San Lorenzo

  • srednjovjekovni-1

    srednjovjekovni-1

  • srednjovjekovni-10

    srednjovjekovni-10

  • srednjovjekovni-6

    srednjovjekovni-6

  • srednjovjekovni-3

    srednjovjekovni-3

  • srednjovjekovni-11

    srednjovjekovni-11

  • srednjovjekovni-9

    srednjovjekovni-9

  • srednjovjekovni-4

    srednjovjekovni-4

  • srednjovjekovni-7

    srednjovjekovni-7

  • srednjovjekovni-5

    srednjovjekovni-5

  • srednjovjekovni-2

    srednjovjekovni-2

  • srednjovjekovni-8

    srednjovjekovni-8

Il parco medievale mediterraneo del convento di San Lorenzo a Sebenico fu rinnovato e inaugurato nel 2007, dopo quasi 100 anni di abbandono. È parte integrante del monastero francescano di San Lorenzo e del Liceo privato di Sebenico.

Il progetto di rinnovamento fu affidato al famoso architetto croato Dragutin Kiš, esperto di arredo dei parchi e vincitore nel 2000 del premio Flora, in Giappone. Il giardino costituisce un patrimonio raro perché è l'unico in Croazia che rispetta il noto schema medievale: sentiero cruciforme con al centro un piccolo pozzo, arredi disposti su un solo livello, circondato da pungitopo e da magnifiche e antiche rose profumate. In quattro zone sono state collocate erbe medicinali e spezie.

Un posto speciale è stato riservato a una serie di piante di timo con magnifiche foglie di colore rossastro, viola, grigio, verde chiaro e verde scuro. Grazie alla sua combinazione cromatica, la collezione è un'eccezionale testimonianza artistica e didattica. Da segnalare anche le piante di capperi presenti nell'orto.

Stando alla leggenda, i capperi furono portati a Sebenico da Giorgio Orsini. I capperi, che crescono nei muri, sono pertanto un tributo al grande costruttore. Attraverso un'umile pianta medievale è possibile collegare la pietra, la vegetazione e l'arte del celebre artista.

IndicazioniIndirizzo