Chiesa di San Giovanni Battista

  • crkva_1

    crkva_1

  • crkva_2

    crkva_2

  • crkva_3

    crkva_3

  • crkva_4

    crkva_4

  • crkva_5

    crkva_5

  • crkva_6

    crkva_6


La chiesa di San Giovanni Battista con i segni dello stile gotico che si trova a Badanj, fino al 1886 era la chiesa parrocchiale della parocchia di Petrovo polje e Dernis. Già nel periodo prima dei Turchi qui si trovava una chiesa. Nel 1715 l'avevano devastato i Musulmani durante la loro invasione a Petrovo polje. È stata rinnovata nel periodo dal 1730 al 1780. Lì si trovavano tre altari. Alcuni fragmenti della vecchia chiesa sono stati murati dentro il muro della nuova chiesa. In alto dei fragmenti sopra le porte laterali si trova l'iscrizione scritta a rovescio in alfabeto bosniaco: "QUESTA È LA CHIESA DI SAN GIOVANNI" Nel 1868/1869, al posto di vecchia chiesa è stata costruita questa nuova, di cosa testimoniano le spolie murate nella chiesa odierna. Si tratta dell'edificio a una navata, con un'àbside coperta con l'armatura del tetto in legno, costruita grazie all'eredità del dr. Pavle Plenković, il ricco possessore da Dernis. Nella parte interna si trova un coro di legno, mentre il santuario è accentuato con un arco trionfale. È stata consacrata nel 1871. Sulla facciata si trovava il campanile alla conocchia con tre campane (De Poli). Nel 1931 è stato costruito il nuovo tetto mentre nel 1939 il nuovo campanile sulla facciata. Nell'altare principale di pietra si trova il Quadro del Santo realizzata su tela. Al muro si trova il quadro barrochiale della Nostra Signora del Suffragio. All'inizio della Guerra croata d'indipendenza, la chiesa fu rasa al suolo. Durante lo sbarazzamento delle rovine della chiesa e scavamento del pavimento, è stata trovata una trentina di frammenti architettonici, provenienti maggiormente dall'edificio sacrale del periodo gotico. Sono stati trovati anche i frammenti delle spolie romane e dell'intrecciatura del croato antico. Secondo le ricerche, la chiesa precedente è stata costruita nello stesso posto ma nello stile gotico (XIII o XIV secolo). Si pressupone che nello stesso posto, nel periodo dal IX al XI qui si trovava una chiesa del croato antico. Dal 1996 al 1998, dopo la Guerra croata d'indipendenza, alle stesse fondamenta sono stati costruiti la nuova chiesa e nuovo campanile di pietra. Al muro del presbiterio è stata messa una grande croce, l'opera d'arte di un'officina italiana. La chiesa è circondata dal cimitero municipale.