Krapanj

  • krapanj-1

    krapanj-1

  • krapanj-4

    krapanj-4

  • krapanj-2

    krapanj-2

  • krapanj-5

    krapanj-5

Krapanj è la più piccola isola popolata della Croazia, con una superficie di 0,36 km2. Allo stesso tempo è anche l'isola più bassa dell'Adriatico, con un'altitudine media sul livello del mare di 1,5 m. È nota come l'isola dei pescatori di spugne, che le raccolgono e lavorano già dal XVIII secolo. Dista solo 400 m dalla terraferma, dove si trova il villaggio di Brodarica.

Krapanj rappresenta un incontro tra natura e architettura eccezionalmente armonioso e prezioso; per questa ragione, gran parte della località è sotto la tutela culturale dello Stato. La sua storia inizia nel XV secolo, quando i nobili di Sebenico, gli Jurić, riscattarono dalla chiesa l'isolotto, al tempo disabitato, per donarlo ai Francescani di Bosnia, che subito iniziarono la costruzione del monastero e della chiesa.

Oggi sull'isola vivono i frati della diocesi di S. Geronimo. Nel loro monastero si conservano oggetti di grande valore culturale, tutelati dallo Stato. Tra di essi spiccano il dipinto dell'Ultima Cena, della metà del XVI secolo, opera del pittore italiano Francesco da Santacroce, e la Madonna sul trono, del periodo bizantino, ispirata alla pittura rinascimentale. Inoltre, il monastero ospita un museo particolare, dove potrete ammirare varie collezioni di spugne, coralli, anfore e vasellame antico.

L'alloggio sull'isola è offerto dall'albergo Spongiola o da case private. Linee regolari marittime collegano ogni giorno l'isola alla terraferma. Il punto di partenza è situato nel villaggio di Brodarica e la traversata dura circa 5 minuti.

IndicazioniIndirizzo