Tenin

  • knin

    knin

  • knin3

    knin3

  • knin4

    knin4

  • knin7

    knin7

  • knin5

    knin5

  • knin6

    knin6

  • knin1

    knin1

  • knin2

    knin2

La città di Tenin sorge non lontano dalla sorgente del fiume Krka, al confine di tre regioni (Lika, Bosnia e Dalmazia) e all'incrocio di strade importanti che collegano l'entroterra col mare. Per questa ragione, è spesso chiamata Chiave della Croazia e Porta della Dalmazia.

Ubicata sui pendii del monte Spas, Tenin dista 55 km da Sebenico. In passato è stata una città fortificata che, grazie alla sua posizione, alla capacità difensiva e alle armi in dotazione, era una delle più potenti dell'intera Dalmazia. Fin dalla sua fondazione, Tenin ha dovuto difendersi dai vari nemici, il che spiega la presenza di una fortezza ben conservata e dotata di possenti mura.

Tenin è menzionata per la prima volta nel X secolo dall'imperatore bizantino Costantino Porfirogenito, come punto centrale della Regione di Tnen. Tuttavia, numerose scoperte archeologiche testimoniano che la sua origine è molto più antica.

Durante il Governo popolare, la città fu la capitale provvisoria dell'antico Stato croato, ma divenne quella definitiva a partire dall'insediamento di re Tomislav. Tenin e suoi dintorni sono noti per le specialità gastronomiche caserecce: prosciutto crudo, formaggio, agnello arrosto e ottimi vini. L'alloggio è offerto presso gli alberghi Mihovil e Ivan, oltre che in pensioni e case private.

IndicazioniIndirizzo