Dernis

  • 1

    1

  • 2

    2

  • 3

    3

  • 4

    4

  • 5

    5

  • 6

    6

  • 7

    7

  • 8

    8

  • 9

    9

  • 90

    90

  • 91

    91

  • 92

    92


Città Dernis è un punto centrale della Sibenik regione. Per Dernis conduce alla principale strada regionale, alla guida di soli 30 km da Sibenik verso l'interno.

Se chiedete alla gente di Dernis da che cosa derivi il nome della loro città, riceverete una semplice risposta: il Dernis è la porta del campo (in lingua persiana). Ma questa spiegazione è stata cancellata dai primi documenti scritti della città, risalenti al XV secolo, e più precisamente all'8 marzo 1494. Gli Ottomani giunsero nella zona già nel 1415, quando saccheggiarono e incendiarono più volte la città. Quando gli Ottomani se ne andarono, la città fu occupata dai Veneziani. Tra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo, l'Austria occupò queste zone dal 1798 al 1806, e quindi di nuovo dal 1813 al 1918. Nel breve intervallo compreso tra il 1806 e il 1813, qui governò anche la Francia.

Per gli amanti della natura e dell'avventura, Dernis e la sua regione sono ideali per scoprire un ambiente dalle molteplici ricchezze. A poca distanza troverete il Parco Nazionale di Krka. Lì vi attendono numerose e impressionanti cascate, tra cui le più conosciute sono quelle di Skradinski buk e Roški slap; imperdibile anche l'isolotto di Visovac. Durante tutto l'anno, potrete visitare e conoscere mulini, piante e specie animali endemiche e numerosi monumenti storici (fortificazioni di Ključica, Kamičak, Nečven e Bogočin-grad ecc.)

Trovarsi a Dernis significa anche godere delle sue prelibatezze gastronomiche. La gente del posto, risaputamente amante della buona cucina, segue un'alimentazione molto sana, che propone ai visitatori sotto forma di varie specialità. Assaggiate gli arambašići (carne macinata avvolta nel cavolo cappuccio), i piatti cotti sotto la campana, il pane fatto in casa e cotto sotto la campana, il gustoso agnello di Dernis arrostito allo spiedo e servito con cipollina novella, il tacchino, i fagioli e l'orzo...

IndicazioniIndirizzo